La  chiesa di Sant’ Ippolisto Martire di Atripalda è certamente il primo luogo di culto delle genti irpine. La chiesa ingloba lo Specus Martyrum (cimitero paleocristiano di Abellinum) le sue origini sono remote, sorge dapprima come basilichetta, sulla cripta dei martiri, poi assume sempre più  importanza nel corso dei secoli. Le prime notizie documentabili risalgono al XI secolo, in un atto del 1098 il normanno Ubone, nel donare una terra alla chiesa di S. Maria, cita, tra i confini, la  “ecclesia Sancti Ippolisti”