Bruno Canino e Aiman Mussakhajayeva

Venerdì 8 dicembre Avellino – Cripta del Duomo Ore 19.30

Bruno Canino nato a Napoli, ha studiato pianoforte con i Maestri Vitale e Calace, e composizione con Bruno Bettinelli, diplomatosi al Conservatorio G. Verdi di Milano, dove ha poi insegnato per 24 anni pianoforte principale. Come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale e per i più importanti Festivals in Europa, America, Australia, Giappone. È di recente pubblicazione un suo libro, intitolato: “Vademecum del pianista da camera” edito da Passigli.

Aiman Mussakhajayeva è tra le migliori esponenti della scuola violinistica del Kazakhstan ed esprime la sua personalità sia nell’attività artistica che in quella educativa. Ha insegnato al Conservatorio di Mosca e nel 1998 ha realizzato il suo sogno con l’apertura dell’Accademia Nazionale Kazaka di Musica ad Astana, della quale è Rettore e presso la quale insegna. Inoltre è Rettore dell’Università Nazionale delle Arti del Kazakhstan. Incide per Deutsche Grammophon e suona un violino Stradivari.

Programma

L. Van Beethoven Sonata per violino e pianoforte n. 5 in Fa maggiore op. 24 Primavera” – Allegro – Adagio molto espressivo – Scherzo. Allegro molto – Rondò. Allegro ma non troppo Sonata per violino e pianoforte n. 7 in Do minore op. 30 – Allegro con brio – Adagio cantabile – Scherzo. Allegro – Allegro M. Ravel Tzigane P. De Sarasate Jota Aragonesa, Zapateado, Malaguena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *